Spese per pulizia e illuminazione delle scale.

del 19/10/2017

in Sentenze, Spese, Parti comuni, Scale / Androne

Il criterio da adottare per ripartire le spese di illuminazione e pulizia delle scale in un condominio.


Il criterio di ripartizione da utilizzare, per le spese di illuminazione e pulizia delle scale di un condominio, è stato molto dibattuto in diversi procedimenti giudiziari e le relative pronunce non sono state sempre omogenee, alimentando l’incertezza di chi opera nel settore condominiale .

La problematica nasce dalle differenti posizioni sull’opportunità di fare rientrare tali tipologie di costi tra le spese “di manutenzione e ricostruzione” di cui all’art. 1124 c.c.,  quindi della loro ripartizione in base al criterio relativo (metà per proprietà, metà per altezza), ovvero tali spere rientrano solamente nella casistica prevista dal comma 2 dell’art. 1123 c.c. e dunque vanno ripartite solo in ragione dell’altezza.

Negli anni abbiamo avuto diverse sentente che, di volta in volta, hanno dato orientamenti  differenti che avvolta pendevano verso la prima tesi (Cass. 24 gennaio 2001, n.971) oppure avvaloravano la seconda tesi (Cass. 3 ottobre 1996, n. 8657).  Più recentemente la Suprema Corte ha affermato che, nella ripartizione di tale spese, va esclusa l’applicazione del criterio di cui all’art. 1124 c.c., dovendosi utilizzare solo il criterio proporzionale all’altezza dal suolo. Siamo certi però che, sin tanto che non verrà fatta chiarezza dal legislatore, le sentenze in materia si susseguiranno senza dare mai una interpretazione definitiva sull’argomento.   


Articoli correlati

DISTACCO DAGLI IMPIANTI CONDOMINIALI

del 24/10/2015

Il condomino non può rinunciare al suo diritto sulle parti comuni.

Sentenza n.16607/08 - Condominio: responsabilità, caduta dalle scale

del 19/06/2008

Sentenza n.16607/08 - Condominio: responsabilità, caduta dalle scale