Le Imposte sui redditi sulle Parti comuni del condominio

del 05/07/2016

in Norme e leggi, Parti comuni

Redditi sulle parti comuni, obblighi e dichiarazioni.


 

Com'è noto il condominio non è soggetto passivo d'imposta, né per i tributi diretti né per quelli indiretti e neanche per quelli locali. Per quanto riguardo le imposte sui redditi prodotti dalle parti comuni, qualora siano presenti, questi graveranno sul reddito di ciascun condomino per la parte corrispondente al suo diritto. Analizziamo i diversi tipi di reddito possibili nelle parti comuni:

 

 

 

Redditi da fabbricati nel condominio

 

Il reddito delle parti comuni (portineria, alloggio portiere, lavanderia, ecc.) concorre a formare il reddito di ciascun condomino per la parte corrispondente al suo diritto, dunque va dichiarato ma solo se alle parti comuni sia stata attribuita un'autonoma rendita catastale e se la quota imputabile al singolo condomino è superiore a euro 25,82. Tale limite non vale se la parte comune è locata oppure è un negozio; in questo caso il canone di locazione deve essere inserito nella dichiarazione di ciascun condomino pro quota.

 

 

 

Redditi da attività non commerciali nel condominio

 

Nell'ipotesi che nelle parti comuni del condominio vengono esercitate attività non commerciali che producano reddito (es. cartellone pubblicitario istallato nelle parti comuni), è obbligo inserire nella dichiarazione di ciascun condomino la quota spettante del reddito prodotto in ragione dei rispettivi millesimi.

 

 

 

Redditi da attività commerciale nelle parti comuni

 

Quando nelle parti comuni viene esercitata un'attività commerciale i relativi proventi verranno imputati ai singoli condomini quale reddito di partecipazione a una società di fatto costituita tra i condomini, escludendo i condomini che non hanno approvato la decisione di esercitare l'attività e non intendono trarne alcun beneficio (es. un impianto fotovoltaico, di potenza fino a 20 kw la cui energia prodotta venga ceduta alla rete, oppure di potenza superiore a 20 kw).

 


Articoli correlati

Legge di Stabilità: confermati Bonus Fiscali per Ristrutturazione.

del 16/10/2015

Confermati tutti i Bonus del 50%-65% per i lavori di ristrutturazione in casa e in condominio.